AI & Cybersecurity, l’esperienza di Activa Digital al Sales KickOff di IBM

Nell’ambito di IBM Ecosystem, il CEO di Activa Digital, Marco Borgherese, ha preso parte al panel “Sfide e Opportunità: AI for Business” focalizzandosi sull’Intelligenza Artificiale applicata alla Cybersecurity

 

Lo scorso 31 gennaio – Marco Borgherese Vice Presidente del Gruppo Activa e CEO Activa Digital – ha partecipato al Sales KickOff di IBM come relatore al panel “Sfide e Opportunità: AI for Business”. Parliamo di uno degli eventi di punta di IBM che riunisce i sales manager e i principali player IT in Italia e nel mondo che operano all’interno dell’IBM Ecosystem.

Invitati sul palco da Raffaele Palombi, Software Sales Manager di IBM, abbiamo potuto portare all’attenzione di tutti i partecipanti agli IBM Studios la nostra esperienza sull’AI. Dapprima con il team di ricerca e sviluppo di Network Contacts e ora con Activa Digital; la nostra partnership continua a rafforzarsi e ad essere fondamentale nella scelta e sviluppo delle soluzioni tecnologiche più evolute. 

Così Marco Borgherese, CEO di Activa Digital, ricorda quali sono state le tappe che ci hanno condotto fin qui: “Da anni abbiamo il privilegio di contare su IBM quale partner tecnologico e strategico. La crescita della nostra azienda è stata accompagnata dallo sviluppo di servizi sulle soluzioni IBM: dall’integrazione con IBM Watson, IBM Process Mining, IBM Robotic Process Automation. Tali integrazioni ci hanno permesso di fornire un valore distintivo e riconosciuto verso i nostri clienti.”

Nel 2022 abbiamo costituito il SOC (Security Operation Center) un team di esperti attivo h24, orientato alla gestione delle attività di Managed Detection and Response.

Da qui abbiamo iniziato il nostro percorso di potenziamento del team grazie a certificazioni altamente qualificanti e all’affiancamento di soluzioni tecnologiche; in particolar modo è stata fondamentale la scelta di adottare la Suite QRadar, grazie alle quale i nostri security analyst possono contare su azioni di AI predittive, migliorare la gestione dei workload e l’incident handling, automatizzare gli alert, gestire i falsi positivi e migliorare il controllo proattivo delle minacce.

Un approccio che assume particolare valore in un contesto come quello della cybersecurity in cui l’uso massiccio di tool sempre più sofisticati di AI rende gli attacchi informatici estremamente complessi e targetizzati. Da qui la necessità di investire in forme di difesa predittiva e quanto più possibile automatizzata che blocchino le minacce sul nascere, prevedendone gli sviluppi e i potenziali obiettivi.

Potrebbe interessarti

Instagram
LinkedIn

Activa Digital © 2024 | Privacy & Cookie Policy